.PERFUSIONE.NET PERFUSION & EXTRACORPOREAL TECHNOLOGIES
 
FORUM
REGOLAMENTO FORUM
Registrati
Profilo
Utenti
Cerca nel forum
Discussioni
CONTATTI
NEWSLETTER
newsletter@perfusione.net

INFO

info@perfusione.net
SITE ADMIN
emiliano@perfusione.net
DATABASE
database@perfusione.net
SITO
•Disclaimer
•Chi siamo
UNIVERSITA'
Sapienza-RM Cattolica-RM
Cattolica-CB T. Vergata RM
Genova Napoli
Milano Varese
Pavia Verona
Modena Siena
Chieti Catania
Bari Pisa
PERFLINKS
TESTI ONLINE
TEXT LINKS
Glossario coagulazione
Perfusion systems
Temporary circulatory support
NEW LINKS
Euroscore
Ecm on line
Traduttore
--------------------------------------
HOME C.CONGENITE CLASSIFICAZIONE    EMBRIOLOGIA  CIRCOLAZIONE FETALE CIRCOLAZIONE NEONATALE 

 

 

IL CUORE E LA CIRCOLAZIONE FETALE

 

Durante la vita fetale lo scambio di O2 e lo smaltimento di CO2 non vengono effettuati dai polmoni del feto ma dalla placenta della madre. Questo implica alcune importanti considerazioni. In primo luogo i polmoni del feto durante il periodo di gestazione sono inattivi, al contrario di quanto accadrà alla nascita.

Il sangue in ragione di ciò dovrà bypassare il circolo polmonare avvalendosi di alcune vie preferenziali, gli shunts.

 Tre sono le sedi di shunts, che normalmente dovrebbero chiudersi dopo la nascita:

 1) FORAME OVALE (INTRACARDIACA): che consente la comunicazione tra gli atrii;

 2) DOTTO VENOSO (SEDE VENOSA): che mette in   comunicazione la vena ombelicale con la vena cava inferiore;

 3) DOTTO ARTERIOSO DI BOTALLO (SEDE ARTERIOSA): che mette in comunicazione l'aorta con l'arteria polmonare.

La presenza degli shunts è altresì fondamentale in quanto permette la sopravvivenza del feto, essendo sede di mescolamento tra sangue ossigenato proveniente dalla placenta e sangue venoso proveniente dalla circolazione sistemica che coronarica.

Questo perchè i polmoni del feto non si espandono e  quindi le resistenze vascolari polmonari sono elevate.

Inoltre, la gettata cardiaca del feto è relativamente bassa, dal momento che solo il 60% di essa, ottenuta dall'azione dei due ventricoli, soddisfa le esigenze dell'organismo mentre il restante 40% è distribuito alla circolazione ombelico-placentare.

La placenta si configura quindi come un organo dalle molteplici funzioni che vanno dallo scambio gassoso, a quello renale per quel che riguarda gli scambi metabolici e di liquidi o endocrina.

Il percorso compiuto dal sangue ossigenato, inizia dalla placenta per percorrere la vena ombelicale. Attraverso il dotto venoso, il sangue arriva in vena cava inferiore per confluire nell'atrio destro. La maggior quota di sangue venoso proviene dalla vena cava inferiore, si tratta infatti di sangue proveniente dal circolo sistemico inferiore, dal circolo portale e dalla vena ombelicale.

E' interessante notare che all'interno del VCI, si vengono a creare due lumi di flusso, uno più esterno, costituito da sangue ricco di CO2, proveniente dal circolo periferico che prende  prende la via del ventricolo destro per essere spinto in arteria polmonare; ed uno più interno, saturo di O2 che passando attraverso il forame ovale raggiunge l'atrio sinistro per essere pompato in aorta una volta passato nel ventricolo sinistro. In questo modo si garantisce costantemente una fonte di sangue ossigenato per il circolo cerebrale e quello coronarico. La restante quota di sangue meno satura di O2 pompata dal ventricolo destro in arteria polmonare attraverso il dotto di Botallo si rimmette in aorta discendente per essere destinata al circolo periferico. La maggior parte di questo sangue poi prende la via delle arterie ombelicali dove raggiunta la placenta sarà nuovamente ossigenato e indirizzato al feto attraverso la vena ombelicale.

 

EMERGENZA A(H1N1): la nuova influenza A(H1N1) è una infezione virale acuta dell’apparato respiratorio con sintomi fondamentalmente simili a quelli classici dell’influenza

Tecniche aferetiche: le procedure aferetiche rappresentano l'uso in terapia di apparecchiature del tutto simili sia concettualmente che per funzionamento... -

Perioperative Blood Management: A New Specialization: Cardiovascular perfusionists are charged with the safe and competent conduct of CPB...

------------- ---------------------------------------------------- ------------- ------------------------------------------------------ ------------- ----------------------------------------------------
BIOINGEGNERIA: il polmone naturale è l’organo responsabile dello scambio di ossigeno ed anidride carbonica fra il sangue e l’ambiente esterno...-
STORIA DELLA CEC: per lungo tempo il cuore è stato un organo guardato con timore di chirurghi poiché considerato troppo delicato e complesso per...
EVIDENCE-BASED PERFUSION: analisi dell’evidenza scientifica nella conduzione del BPCP secondo criteri di sicurezza incentrati sulla salute del paziente.
------------- ---------------------------------------------------- ------------- ------------------------------------------------------ -------------

----------------------------------------------------

CARDIOPATIE CONGENITE: classificazione delle principali cardiopatie congenite cianogene e non cianogene in età pediatrica.
PROTEZIONE MIOCARDICA: strategie e metodiche della protezione miocardica durante interventi a cuore fermo.
ECMO: il sistema di assistenza meccanica extracorporea sia cardiaca che respiratoria. -
------------ ---------------------------------------------------- ------------ ------------------------------------------------------ ------------ ----------------------------------------------------

EMOFILTRAZIONE: le tecniche di emofiltrazione e strategie di applicazione. -

MINI CEC: La nuova frontiera della circolazione extracorporea

IPERTERMIA ANTIBLASTICA: la perfusione antiblastica ipertermica loco-regionale nel trattamento delle neoplasie. - - -
------------- ---------------------------------------------------- ------------- ------------------------------------------------------ ------------- ----------------------------------------------------
BIOCOMPATIBILITA': Panoramica dei materiali utilizzati nella circolazione extracorporea e le loro   caratteristiche chimico  fisiche.
TECNICHE DI PROTEZIONE CEREBRALE: il concetto di autoregolazione e le strategie di protezione cerebrale durante gli interventi sull'arco aortico.

 

Tutte le foto sono copyright dei rispettivi autori e alcune di esse sono state ottenute da Internet. Nel caso in cui deteniate i diritti per le foto pubblicate su questo sito, saremo lieti di riportare il link in ciascuna pagina, menzionando gli autori della foto e la fonte da cui è stata tratta, o di cancellare l'immagine se questo è il vostro desiderio.
 
 
 
© 2010 perfusionenetwork. All Rights Reserved